Risciacquo acido: cos’è e a cosa serve

Qual è “l’ingrediente” che non manca MAI MAI MAI quando lavo i capelli?

 

L’aceto.

Non te lo aspettavi eh? Ahahah

 

Lavando i capelli con shampoo e acqua calda le “squame” del capello si aprono e perciò otterremo un risultato non molto bello: capelli crespi e decisamente non morbidi al tatto.

E’ anche per questo che utilizziamo il balsamo (se ti interessa la differenza tra balsamo e maschera clicca qui).

Anche il calcare che è presente (in maggiore o minore) quantità nell’acqua contribuisce a questo risultato, perciò per contrastare questa (drammatica ahahah) situazione è necessario utilizzare un prodotto con un pH acido che permetta alle squame di richiudersi, donando lucentezza e morbidezza.

Perciò eccoci arrivati alla ricetta (davvero mooolto complicata ahahah)

Tutto ciò che ti servirà sarà:

Una bottiglia d’acqua da mezzo litro (se hai i capelli molto lunghi puoi utilizzarne una più grande e aumentare le dosi);

Acqua fredda;

Aceto di mele (o limone)

 

Procediamo riempendo tutta la bottiglietta di acqua fredda per poi aggiungere un cucchiaio di aceto di mele.

Come e quando va applicato?

Come ho già detto serve a chiudere le squame, quindi è fondamentale che venga versata l’intera quantità di composto su tutta la chioma a fine lavaggio, come ultimissimo passaggio che non deve assolutamente essere risciacquato, è per questo che prende il nome di “Risciacquo acido”.

 

La domanda che ti starai, sicuramente, facendo è “ma non puzzerò di insalata?”

La risposta è NO, te lo assicuro.

Per quanto mi riguarda io sento solamente il profumo del balsamo/shampoo.

Spero che questo articolo ti sia stato utile, lascia un commento per chiedermi qualcosa e seguimi su Instagram per continui aggiornamenti sui vai prodotti. 😊