Brufoletti sotto pelle? il segreto che in pochi conoscono!

Odiosi. 

Questa è la prima parola che mi viene in mente quando penso ai brufoletti sotto pelle.

Sono delle infiammazioni del follicolo pilifero che non presentano la tipica punta bianca dei brufoletti. Possono essere molto grossi e infiammati, perciò rossi e doloranti, ma anche piccolini e percepibili soprattutto al tatto; è certo che entrambi siano molto antiestetici.

Le cause possono essere molteplici e variano dagli squilibri ormonali ad una detersione troppo aggressiva o assente e si presentano soprattutto nella zona T, in cui viene prodotto una quantità maggiore di sebo.

MA È POSSIBILE COMBATTERLI?

È un inestetismo abbastanza difficile da combattere, ma con costanzagiusti rimedi, si può fare molto!

L’errore che molti commettono nel provare a risolvere questo “problema” è utilizzare prodotti troppo aggressivi e purificanti.

Purificare la pelle grassa è sicuramente utile, ma è anche fondamentale idratarla subito dopo in modo da evitare che la pelle, sentendosi privata eccessivamente del sebo, ne produca ancora di più per ristabilire le giuste quantità, entrando in un circolo vizioso “pelle troppo grassa-troppo purificata-pelle grassa”.

Per questo cliccando qui, troverai una guida semplice per capire come purificare la pelle al meglio senza sbagliare!

Nello specifico i brufoletti sotto pelle hanno bisogno di idratazione: solo con idratazione costante e corretta potrai ottenere dei risultati soddisfacenti.

Ecco come apportare idratazione:

maschera idratante;

crema idratante leggera;

gel d’aloe vera puro, applicato su zone specifiche.

Ti consiglio di applicare la maschera circa 3 volte a settimana, la crema viso ogni mattina e sera e il gel d’aloe vera la sera dopo la crema.

Spero che questa piccola guida ti sia stata utile, lascia un commento e seguimi su Instagram e Facebook per continui aggiornamenti! 🙂